Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Università di Roma

universita-di-roma-1universita-di-roma-2

1°  La relazione scientifica del 05.06.2013, del Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco dell’Università La Sapienza di Roma, “Parte I Analisi effetto infiammatorio del prodotto mediante test in-vitro” ha evidenziato che in seguito a test di laboratorio effettuati sul Bio-repellente ScappaTopo®, lo stesso ha dimostrato di possedere le seguenti proprietà:

Analisi effetto infiammatorio del prodotto mediante test in-vitro: “E’ interessante notare che la miscela diluita 1:8 presenta proprietà anti-infiammatorie”  ed inoltre che

“Il prodotto ScappaTopo®, presenta una attività batteriostatica

2°   La relazione scientifica del 26.06.2013, del Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco dell’Università La Sapienza di Roma, “Parte II Analisi effetto allergizzante del prodotto mediante test in-vitro” ha evidenziato che in seguito a test di laboratorio effettuati sul Bio-repellente ScappaTopo®, lo stesso ha dimostrato di possedere le seguenti proprietà:

“Il composto SCAPPATOPO è stato analizzato per valutare la possibilità che possa indurre degranulazione di mastociti e quindi generare fenomeni di natura allergica. I test sono stati effettuati in vitro….. I dati ottenuti, mostrano che SCAPPATOPO non causa degranulazione di mastociti e quindi rilascio di istamina nemmeno alle concentrazioni utilizzate più elevate.
Sulla base dei dati ottenuti sui test in vitro il prodotto SCAPPATOPO non causa liberazione di istamina anche alle concentrazioni più alte.”


3° La relazione scientifica di EFFICACIA su topi selvatici (Mus musculus domesticus) denominata "Serie di test comportamentali su roditori selvatici, sia su campo che in gabbia, in presenza di un biorepellente di produzione di Imperial Europe Srl, per verificare, in condizioni comparabili con l’applicazione in aree influenzate dall’azione antropica, l’efficacia e la durata del repellente e la reazione degli animali” del 26.07.2013, a cura del Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” dell’Università La Sapienza di Roma ha evidenziato quanto segue:

“Per il periodo che va dal 16 maggio al 9 luglio 2013 le trappole sono state collocate, ….. anche per verificare se la presenza di repellente all'interno delle trappole potesse risultare efficace, affinché l'animale non entrasse nelle stesse. Il test è stato realizzato attraverso il piazzamento di coppie di trappole …. Ciascuna coppia conteneva l'attraente per gli animali (crema di nocciole e granaglie), pezzetti di frutta (i.e. mela) ed un piccolo quantitativo di cotone idrofobo (utile come riparo da temperature sfavorevoli); ma solo in una delle due trappole veniva piazzata anche una bustina di Biorepellente ScappaTopo®…... si evidenzia come il 100% delle catture è stato effettuato attraverso le trappole senza repellente. L’indice di trappolabilità è pari a zero nel caso di trappole contenenti il biorepellente ScappaTopo®.”

“I test realizzati e sopra descritti hanno permesso di constatare come il Biorepellente ScappaTopo® risulti efficace nel favorire la non intrusione dei topolini Mus musculus domesticus negli ambienti in cui esso venga collocato.”

“Per quanto concerne il secondo test, svolto su campo attraverso le trappole per cattura a vivo dei topolini, il biorepellente ScappaTopo® ha fatto sì che gli animali non entrassero nelle trappole. Risulta piuttosto evidente che gli animali siano riusciti a percepire solo gli odori degli attraenti posti nelle trappole prive di repellente, quindi sono risultati attratti solo da queste. Questo confermerebbe l’efficacia del biorepellenti ScappaTopo® nel coprire odori sicuramente attraenti per gli animali.”

 univ-roma1 icouniv-roma2 icouniv-roma3 ico