Cosa è ScappaTopo

COsa è ScappaTopo

ScappaTopo® è il repellente organico a base di estratti di origine naturale e granuli di mais, che non uccide i topi ma che li tiene lontano in modo efficace e senza effetti indesiderati per l’utilizzatore e per gli animali domestici.

La sua formula innovativa, nata dalla ricerca bio-tecnologica italiana e testata dalle Università di Napoli e di Roma, agisce sul principio della multi-repellenza sensoriale e stimola nel topo il comportamento innato di fuga.

ScappaTopo® impedisce che persone, cose, ambienti domestici ed operativi siano contaminati da  malattie o pericoli per la salute causati anche dal solo passaggio o dalla presenza di topi vivi o morti. Evita che si debba rimuovere la ripugnante carcassa.

Preserva dai danni a cose e beni affettivi o di valore. A differenza dei topicidi, che lasciano il topo libero di scorrazzare dentro casa nel frattempo che il veleno faccia effetto, ScappaTopo® crea istantaneamente una barriera invisibile dal profumo gradevole, che blocca l’ingresso del topo e lo tiene lontano da luoghi dove trappole o topicidi non sono utilizzabili.

ScappaTopo®, realizzato in Italia in conformità alle recenti Direttive Europee, è una valida alternativa “verde” all’uso dei veleni tradizionali più pericolosi ed inquinanti.

La sua pratica confezione consente di posizionarlo ovunque, per diffondere il suo aroma (piacevole per gli uomini, ma insopportabile per i topi), in modo controllato e duraturo.

OLI ESSENZIALI

oliessenzialiGli oli essenziali sono estratti naturali di piante o erbe aromatiche, ricche di essenze. Gli estratti sono  sostanze oleose, volatili e profumate come la pianta da cui provengono. Hanno una composizione ben più complessa di quella degli oli vegetali che usiamo in cucina: rappresentano infatti, la parte più preziosa, “imperiale”della pianta. Sono costituiti da minuscole goccioline che ricoprono i petali dei fiori, la buccia dei frutti, la resina e la corteccia degli alberi e le radici o alcune parti di piante aromatiche. Sono solubili in alcol e olio, non in acqua.
 
Gli oli essenziali servono alle piante per:

Attrarre gli insetti impollinatori, perché il loro odore simula quello degli ormoni sessuali secreti dagli insetti.
Proteggere da infezioni e da infestazioni,  perché quando piove gli oli essenziali penetrano nel terreno, impedendo alle altre piante di germogliare ed ai batteri e alle muffe di allignare. Favoriscono anche la cicatrizzazione dei tessuti vegetali danneggiati.
Rendere sgradevoli piante e frutti, per impedire di essere divorati dagli animali.
Difendere dai parassiti, che vengono neutralizzati dall’azione ormonale che l’essenza svolge.

Quando si annusa il profumo di una pianta, le molecole aromatiche raggiungono la nostra mucosa olfattiva, posta nella cavità nasale ricoperta di “ciglia". Le ciglia olfattive trasformano l’odore da messaggio chimico, in impulso elettrico, che raggiunge il cervello, dove recupera una precedente memoria olfattiva, richiamando emozioni più o meno piacevoli.

Le stimolazioni olfattive stimolano direttamente la corteccia cerebrale, ecco perché un dato odore evoca istantaneamente ricordi estremamente vivi di esperienze vissute, anche molto tempo prima.

tutoloIl Tutolo di mais

Il tutolo di mais è la parte interna della spiga di mais, comunemente detta pannocchia di granoturco, a cui sono fissati i chicchi (cariossidi). La parte interna è dotata di lunghe cavità, che in natura assorbono l’acqua per poi rilasciarla gradatamente per nutrire i chicchi di mais.

Il Tutolo può essere utilizzato come efficace combustibile e macinato può essere utilizzato per molte applicazioni, grazie ad alcune proprietà che sono caratteristiche di questo materiale come l'elevata capacità di assorbimento di liquidi, la resistenza all'usura, una discreta abrasività ed una elevata elasticità.