Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Domande frequenti

  • Di cosa è fatto ScappaTopo®?

    ScappaTopo® è una miscela di oli essenziali ed estratti naturali di piante, assorbita su granuli di tutolo di mais. Il tutolo di mais è la parte interna della pannocchia, che alimenta e sostiene i chicchi. Siccome è un prodotto completamente naturale (incluso il cartoncino della confezione), potrebbe essere avvicinato, soprattutto quanto l’aroma è svanito, da topi particolarmente famelici o in grave pericolo di sopravvivenza.

  • Come si usa ScappaTopo®?

    ScappaTopo® è di facile utilizzo. Seguire le illustrazioni sulla confezione. Estrarre la bustina/le bustine e liberare il sacchetto dal cellophane trasparente. Strappare l’astuccio lungo la linea tratteggiata per aprire le due finestre ed inserire il sacchetto/i sacchetti. Richiudere la confezione.

  • Dove si devono posizionare gli astucci di ScappaTopo®?

    ScappaTopo® è previsto per l’uso in ambienti interni, preferibilmente non destinati all’abitazione. I topi, sono animali notturni, che tendono a camminare rasente ai muri e sono in perenne ricerca di acqua, cibo e di un luogo adatto per nidificare o nascondersi. Prediligono di solito cantine, garage, soffitte, rimesse, magazzini, intercapedini, cavidotti, controsoffitti, pavimenti flottanti, mobili imbottiti, elettrodomestici, ma non solo. Si devono quindi identificare le zone di accesso da loro prescelte, che possono essere crepe nei muri, finestre e porte lasciate aperte, cassonetti delle persiane, tubazioni e cavidotti elettrici, feritoie, griglie di areazione, etc. ScappaTopo® va posizionato il può possibile vicino ai punti di accesso dei topi, seguendo attentamente le istruzioni indicate in etichetta.

  • Quanti astucci di ScappaTopo® si devono usare?

    In caso di prevenzione, si consiglia di utilizzare per ogni un ambiente di dimensioni medie (3x3x3H mt) una confezione. In caso di infestazione si consiglia almeno di raddoppiare la dose e sostituire gli astucci con maggiore frequenza, sino a che l’ambiente non sia libero da topi. In caso di infestazioni severe, sarà necessario aumentare ulteriormente il numero degli astucci e di sostituirli con ulteriore frequenza. In caso di infestazione, bisogna sempre lasciare ai topi una via di fuga, da richiudere quando hanno lasciato l’area. ScappaTopo® deve essere sostituito quando il suo aroma non viene più percepito. Le alte temperature e l’eccessiva ventilazione riducono sensibilmente la durata del prodotto.

  • Come posizionare gli astucci di ScappaTopo®?

    Individuata la presenza dei topi, di solito da tracce di feci (ne depositano fino ad 80/100 al giorno) e dall’odore di urina (che usano per marcare il territorio), bisogna ripulire e disinfettare accuratamente tutta l’area, eliminando anche tutti i possibili attraenti per i topi (cibo, acqua, cuscini, materiali che possano rosicchiare), richiudere le aperture da cui possano entrare (vedi sezione UNA CASA BEN PROTETTA e solo successivamente posizionare ScappaTopo®.

  • Quanto dura e che area copre ScappaTopo®?

    Ogni sacchetto di ScappaTopo® è in grado di proteggere un’area di m. 3x3x3H per circa 2 mesi. Per le altre versioni di ScappaTopo® consultare le differenti prestazioni sull’etichetta.

  • Dove è preferibile evitare di posizionare ScappaTopo®?

    In ambienti di continuo e frequente uso abitativo, per esempio sotto un letto o un divano. E’ opportuno sempre arieggiare il locale prima di soggiornarvi. Inoltre se ne sconsiglia l’uso all’esterno, perché la continua ventilazione ne riduce la durata a pochi giorni. Evitare di posizionare ScappaTopo® vicino a fonti di calore (luce diretta del sole, termosifoni e stufe accese, etc.) e a contatto con l’acqua: ne annullano l’efficacia.

  • Cosa si intende per aree destinate all’abitazione?

    Gli ambienti dove normalmente le persone vivono, dormono o trascorrono molto tempo, che sono di solito, luoghi dove i topi scelgono di non vivere, alimentarsi o nidificare, per evitare di venire a contatto gli esseri umani.

  • Si devono piazzare esche, trappole o colle topicide vicino a ScappaTopo® ?

    No. Gli attraenti addizionati ai topicidi, attraggono i topi con sapori invitanti di cibo, ma poi spesso, i topicidi vengono ignorati dai topi, o mangiati senza nessuna conseguenza mortale per il roditore, mentre potrebbero causare morte per avvelenamento ai nostri animali domestici. Una volta che il topo è penetrato in casa, attratto Dal topicida, è libero di scorrazzare e arrecare danni, nidificare e riprodursi. E’ quindi fortemente sconsigliato l’uso di esche o attraenti insieme a ScappaTopo® che funziona invece in maniera del tutto opposta, repellendo i topi lontano.

  • ScappaTopo® protegge anche i cavi elettrici?

    Si. I topi sono animali che rosicchiano di tutto continuamente, per limarsi gli incisivi, e prediligono per questa attività i cavi elettrici e telefonici. Si consiglia di posizionare ScappaTopo® vicino ai cavi da proteggere, lasciando sempre una via di fuga in caso di presenza dei topi, aumentando la dose, in caso di infestazione.
    ScappaTopo® è stato testato per provarne l’efficacia in caso di rosicchiamento dei cavi, ed i risultati sono stati sorprendentemente positivi. Infatti “Risultati ancora più eclatanti sono stati ottenuti con il test del rosicchiamento dei cavi. Infatti, in presenza di ScappaTopo®, i mg di cavi rosicchiati erano prossimi allo zero” . Prof. Giuseppe Cirino, preside Facoltà di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli.

  • Si può usare ScappaTopo® per proteggere automobili, motocicli e automezzi?

    Si. Posizionare ScappaTopo® sotto le auto, o vicino alle zone di annidamento dei topi, aumentando la dose, in caso di infestazione. Ricordarsi di rimuovere sempre ScappaTopo® prima di utilizzare l’auto, la moto o gli automezzi.

  • Si può usare ScappaTopo® per proteggere imbarcazioni?

    Si. Posizionare ScappaTopo® vicino alle zone di annidamento dei topi o di passaggio, aumentando la dose, in caso di infestazione. Areare sempre l’area prima di soggiornarvi.

  • L’efficacia di ScappaTopo® può essere compromessa dalla temperatura?

    Si. ScappaTopo® è un prodotto naturale che deve essere conservato ed utilizzato a temperatura ambiente. Le alte temperature fanno evaporare più velocemente il formulato e ne possono ossidare la composizione, rendendolo inefficace, così come il freddo eccessivo ne può alterare i componenti organici. E’ importante conservare ScappaTopo® sigillato, in un luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore, e non esporlo ai raggi diretti del sole.

  • ScappaTopo® ha effetti indesiderati sui bambini?

    Gli ingredienti contenuti in ScappaTopo® sono tutti di origine naturale, è indicato chiaramente in etichetta di tenere il prodotto lontano dalla portata dei bambini per evitare rischi imprevisti.

  • ScappaTopo® ha effetti indesiderati sull’utilizzatore?

    Tutti i test condotti dalle Università La Sapienza di Roma e Federico II di Napoli nonché le valutazioni tossicologiche quali-quantitative effettuate da professionisti indipendenti e accreditati, confermano che ScappaTopo® è da ritenersi privo di significativi pericoli per la salute umana ed il suo uso non appare associato ad una compromissione della qualità dell’aria degli ambienti indoor. Siccome ogni persona ha una individuale risposta alle sostanze odorose (profumi, profumatori ambientali etc.) si consiglia di rimuovere ScappaTopo® in caso che il suo aroma risultasse troppo pungente o sgradevole, e comunque sempre di areare il locale prima di soggiornarvi. Attenersi alle istruzioni presenti in etichetta e non usare il prodotto in modo differente da come indicato.

  • ScappaTopo® ha effetti indesiderati sugli animali domestici?

    Gli ingredienti contenuti in ScappaTopo® non creano effetti indesiderati agli animali domestici, in quanto si tratta di un repellente a base di prodotti di origine naturale. Poiché alcuni animali, specialmente i cani tendono a raccogliere oggetti con la bocca, si consiglia di posizionare ScappaTopo® fuori dalla loro portata, per evitare che lo ingeriscano intero. Si consiglia di posizionare ScappaTopo® dietro gli elettrodomestici, vicino ai contenitori dell’immondizia, sotti i lavelli, in garage, in cantina, nei condotti e nei quadri elettrici, nei vani caldaia e in tutti i luoghi dove i topi cercano di annidarsi. Alcuni animali dagli organi olfattivi particolarmente sensibili potrebbero essere infastiditi dagli aromi di ScappaTopo® e tenersene spontaneamente lontani.

  • ScappaTopo® funziona davvero?

    Si. I test di efficacia condotti dalle università La Sapienza di Roma e Federico II di Napoli, nonché da ditte specializzate nella disinfestazione da topi, e da laboratori indipendenti, dimostrano che “ScappaTopo® è un repellente in grado di dissuadere i topi dal raggiungimento del cibo o dal rosicchiamento dei cavi” prof. Giuseppe Cirino, preside facoltà di Farmacia, Università Federico II di Napoli. Inoltre ScappaTopo® gode di un alto livello di soddisfazione della clientela e di un tasso di riacquisto di circa il 95%.

  • ScappaTopo® è efficace anche contri i ghiri o altri roditori?

    Molti clienti lo usano con soddisfazione contro i ghiri, ed altri animali roditori, anche se ScappaTopo® non è stato ufficialmente testato su questi animali.

  • Perché in alcuni rari casi ScappaTopo® non è efficace?

    ScappaTopo® è un aroma, il topo, in alcune circostanze, deve entrare all’interno per rendersi conto che non riesce a tollerare il principio attivo del repellente. Se in questa stessa area si trovano delle fonti di cibo, è molto facile che il topo si soffermi a mangiare o bere, prima di allontanarsi. In questo caso lascia immediatamente traccia di escrementi, perché i topi non hanno controllo del loro intestino, e soprattutto se sotto stress, tendono a rilasciare continuamente escrementi. Se un topo entra in un ambiente dove è stato posizionato ScappaTopo®, lo fa quasi sempre, se è in cerca di cibo, acqua o riparo, ma una volta annusato ScappaTopo®, solitamente lascia immediatamente la zona trattata.
    ScappaTopo® gode di un alto livello di soddisfazione della clientela e di un tasso di riacquisto di circa il 95%. Dai test universitari effettuati il tasso del rosicchiamento dei cavi in presenza di ScappaTopo® si è ridotto a zero, e gli accessi al cibo drasticamente ridotti. Tuttavia nulla di ciò che è naturale ed organico ha un’efficacia assoluta. Esistono basse percentuali di parziale inefficacia dovuta a:

    • Uso non corretto del prodotto, come indicato sulla confezione
    • Uso all’esterno
    • Il prodotto viene bagnato
    • Il prodotto diventa inefficace perché esposto a temperature non appropriate, alla diretta luce del sole
    • Non viene usato un quantitativo di ScappaTopo® sufficiente per l’area trattata o per la situazione di infestazione
    • La sigillatura non perfettamente chiusa e fa lentamente fuoriuscire il principio attivo dal sacchetto
    • L’immagazzinaggio non è stato corretto
    • Casi in cui il topo è nato privo del senso dell’olfatto (anosmia – mutazione del gene IFT88)
    • Severi casi di infestazione
    • Casi di presenza di predatori all’esterno 
    • Estrema pressione da parte di una grande popolazione della colonia di topi


    (In caso di forte presenza di predatori nell’area, i topi tentano di penetrare più volte nell’area trattata con ScappaTopo®. Come molti animali selvatici, i roditori, quando si trovano in un’area sovrappopolata da loro simili, devono utilizzare ogni risorsa alimentare possibile, per garantirsi la sopravvivenza. Così può succedere che un predatore più grande o più forte spinga i topi più piccoli ed indifesi ad adattarsi a vivere in aree dove abitualmente non vivrebbero e dove si trovano a disagio. Se un topo ha come prospettiva la morte certa, da parte di un forte predatore, sceglie di adattarsi a vivere in un’ambiente estremamente disagevole, irritante e sconveniente, pur di evitare una morte certa e crudele).
    I topi sono animali quasi del tutto ciechi ed è facile che inciampino nella confezione di ScappaTopo® rovesciandola, soprattutto se questa non emette più aroma.
    Una minima percentuali di casi, al di sotto dello 0,1%, tuttavia non ricade in nessuna di queste ipotesi. E’ importante ottenere una puntale segnalazione da parte dei clienti, in questi rari casi, per poter consentire di approfondire la problematica e studiare una soluzione.

  • Perché si possono trovare tracce di escrementi di topo vicino a ScappaTopo® ?

    ScappaTopo® è un aroma, il topo, in alcune circostanze, deve entrare all’interno per rendersi conto che non riesce a tollerare il principio attivo del repellente. Se in questa stessa area si trovano delle fonti di cibo, è molto facile che il topo si soffermi a mangiare o bere, prima di allontanarsi. In questo caso lascia immediatamente traccia di escrementi, perché i topi non hanno controllo del loro intestino, e soprattutto se sotto stress, tendono a rilasciare continuamente di escrementi. Se un topo entra in un ambiente dove è stato posizionato ScappaTopo®, lo fa quasi sempre, se è in cerca di cibo, acqua o riparo, ma una volta annusato ScappaTopo®, solitamente lascia immediatamente la zona trattata ed anche qualche “sgradito ricordino” di sé.

  • Avvertenze nell’uso di ScappaTopo®

    Non usare il prodotto in modo differente da come indicato in etichetta. Leggere l’etichetta prima dell’uso. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Non disperdere nell’ambiente. Smaltire il prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione. Usare in ambienti interni, preferibilmente in aree non destinate all’abitazione o alla conservazione degli alimenti. Areare il locale prima di soggiornarvi. Non ingerire. Evitare che il contenuto del sacchetto entri in contatto con le mani e gli occhi. Lavarsi le mani dopo l’utilizzo. In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l’etichetta del prodotto. Manipolare con prudenza. Non riutilizzare o riempire il sacchetto. Conservare il prodotto sigillato in luogo fresco e asciutto.

  • 1