Il Mouse (parola che in inglese vuol dire topo) è un dispositivo in grado di inviare un segnale ad un computer in modo che ad un suo movimento ne corrisponda uno analogo del puntatore. È inoltre dotato di uno o più tasti ai quali possono essere assegnate varie funzioni.

Il suo inventore, Douglas Engelbart, (1925-2013), in mezzo a mille problemi nel  1967 ottenne il brevetto per il suo “Indicatore di posizione X-Y per display”. Il Mouse fu presentato nel 1968 ad una dimostrazione pubblica a San Francisco, ad oltre mille esperti. Alcuni anni dopo la Xerox produsse il primo computer dotato di interfaccia grafica e mouse.
Ancora oggi, il Mouse viene ancora utilizzato in tutti i computer del mondo.

Due sono le spiegazioni dell’etimologia del nome. La più comune è dovuta alla somiglianza con un topo per  la forma e la sua lunga coda. La seconda immagina la parola come l’acronimo di Manually Operated User Selection Equipment (Appartato operato manualmente per selezionare).