Elle Dicembre 2014

 Intervista a Carla Delfino di Danda Santini   ….la paura dei topi è ancestrale, come la storia dell’umanità, perché il topo è un animale-commensale, che mangia fino a 27 chili di cibo l’anno.

In un ambiente dove il cibo non è disponibile, può fare la differenza fra la vita e la morte.

Le donne sono quelle che hanno sempre avuto un difficile rapporto coi roditori giganti, infatti sin dall’età delle caverne, hanno scoperto che il loro urlo, così stridente, come un ultrasuono, riusciva a metterli in fuga, quando si aggiravano nottetempo in cerca dei neonati da mangiare. …Ogni anno in Europa si sviluppano 321 mila infezioni (dalla salmonella al campylobacter) causati dalla contaminazione del cibo con gli escrementi dei topi.

Non solo, il topo è portatore sano di ben 35 malattie diverse, tra cui alcune mortali come la peste e la leptospirosi. Il topo è un roditore che ha costantemente bisogno di limarsi i denti, per farlo predilige la guaina dei cavi elettrici, causando danni per miliardi, e solo negli USA negli ultimo 10 anni ben 6500 morti, per gli incendi originati dai cavi rosicchiati. I topi onnivori mangiano di tutto, creando disastri in agricoltura e miliardi di Euro di danni.  

Ogni anno vengono immessi sul mercato, 300 mila tonnellate di topicidi fortemente inquinanti per l’ambiente, che però non servono a sconfiggere i topi, che sono animali molto intelligenti tanto da essersi attrezzati e diventare immuni al veleno.

L’unica soluzione possibile è quella di tenerli lontani in modo naturale, senza ucciderli, per non stimolare la riproduzione straordinaria. La soluzione che propone ScappaTopo.