Nella millenaria lotta fra uomini e topi, a volte non si considera che :

UOMINI E TOPI HANNO UN PATRIMONIO GENETICO COMUNE AL 99%

I geni dell’uomo sono circa 30 mila, come quelli del topo. “Circa il 99% dei geni umani hanno una controparte nel topo” dichiara Eric Lander, Direttore del Whitehead Institute Center for Genomic Research, dell’Università Cambridge negli USA. “Di questi l’80% hanno controparti assolutamente indentiche, uno ad uno nel topo e nell’uomo”.

Ciò significa che è anche grazie al topo che l’uomo può scoprire e curare tante delle proprie malattie. Gli uomini ed i topi condividono il 99% del patrimonio genetico, inclusi i geni che fanno nascere la coda. Ciò deriva dal fatto che uomini e topi discendono da un unico antenato, vissuto circa molti milioni di anni fa. VEDI IL PRIMO TOPO LINK)

“Uno degli approcci più importanti per svelare i segreti del genoma umano, è poter utilizzare la genomica comparativa e uno dei punti di partenza essenziali è la comparazione coi topi della specie Mus musculus” (Nature magazine, 2003).

IDEALI COME CAVIE DI LABORATORIO

Il 95 % di tutti gli animali da laboratorio del mondo sono topi o ratti (dati Foundation for Biomedical Research). I ricercatori si affidano ai topi per almeno 15 motivi:

1. Sono piccoli;

2. Facili da maneggiare;

3. Poco costosi da mantenere;

4. Si adattano facilmente agli ambenti nuovi;

5. Si riproducono velocemente;

6. Hanno un breve ciclo di vita (2/3 anni), per questo è possibile osservare agevolmente molte generazioni in periodo di tempo relativamente breve;

7. Non costano molto e si possono acquistare in grandi quantità da ditte specializzate;

8. Hanno un carattere mite;

9. Molti nascono da accoppiamenti fra consanguinei, quindi a parte il sesso, sono geneticamente identici, ciò favorisce risultati scientifici uniformi;

10. Geneticamente, biologicamente e come comportamento sono molto simili agli uomini e si replicano in loro condizioni umane;

11. Sono mammiferi e condividono molti processi biologici con gli uomini;

12. Si possono allevare topi geneticamente modificati, “transgenici” che nascono con geni simili a quelli che causano le malattie umane;

13. Alcuni geni, possono essere disattivati, creando i topi “KO”  che vengono studiati per  valutare gli effetti di prodotti cancerogeni o delle droghe;

14. La loro anatomia e genetica sono ben note agli studiosi;

15. Alcuni topi, nascono naturalmente privi del sistema immunitario (i cosiddetti topi SCID).